Ha raccolto 17mila firme la petizione del “Comitato per Elisa” lanciata sulla piattaforma Change.org circa un mese e mezzo fa per chiedere al Vescovo di Potenza, Monsignore Salvatore Ligorio, di “fare chiarezza” sulle vicende inerenti al ritrovamento del corpo nella chiesa della Trinità di Elisa Claps, la 16enne potentina uccisa il 12 settembre del 1993 da Danilo Restivo.

La petizione nasce all’indomani della diffusione della notizia da parte della Curia potentina di voler restituire al culto la chiesa della Santissima Trinità di Potenza dove il 17 marzo 2010 vennero trovati i resti di Elisa e dopo aver appreso il mancato assenso da parte della famiglia alla decisione.

Il Comitato chiede “un atto concreto da parte della Curia: una restituzione della verità, una parola di scusa, senza la quale il Comitato si opporrà alla riapertura al culto della chiesa della Trinità”.

La petizione e le firme raccolte, accompagnate da una lettera a firma del Comitato, saranno adesso inviate a Papa Francesco e per conoscenza al Vescovo di Potenza e alla Congregazione per i Vescovi.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato: 

16/03/2021 – Dopo 11 anni dal ritrovamento dei resti di Elisa Claps al via i lavori della chiesa della Trinità a Potenza. Riaprirà al culto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*