Il Decreto-legge 8 ottobre 2021, numero 139, recante disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali cosiddetto “Decreto Capienze” è stato convertito in legge 205/2021. La legge disciplina la riapertura delle attività che a seguito del diffondersi della pandemia da Covid-19 hanno subìto delle misure restrittive più severe ancora oggi in vigore.

A seconda del colore che assumeranno le regioni, in zona bianca e gialla, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica e alle caratteristiche dei siti e degli eventi potrà essere stabilita una diversa percentuale massima di capienza consentita, nel rispetto dei principi fissati dal Comitato tecnico-scientifico, con linee guida idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio. Le nuove disposizioni sono in vigore dall’8 dicembre.

  • SPETTACOLI E CULTURA, TEATRI, CINEMA, CONCERTI

Il decreto in riferimento agli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, prevede le seguenti disposizioni:

Zona gialla: sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi sia per il personale e l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 (Super Green Pass). La capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata.

Zona bianca: l’accesso agli spettacoli è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 e la capienza consentita è pari a quella massima autorizzata. In ogni caso, per gli spettacoli all’aperto, quando il pubblico anche solo in parte vi accede senza posti a sedere preassegnati e senza limiti massimi di capienza autorizzati, l’autorità di pubblica sicurezza adotta le misure necessarie ad assicurare il rispetto delle esigenze di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 tenendo conto delle dimensioni, dello stato e delle caratteristiche dei luoghi.

  • SALE DA BALLO E DISCOTECHE

Zona bianca: le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati sono consentite nel rispetto di protocolli e linee guida previsti. L’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 con tracciamento dell’accesso alle strutture. La capienza nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati non può essere superiore al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso. Nei locali al chiuso deve essere garantita la presenza di impianti di aerazione senza ricircolo dell’aria.

  • MUSEI

Nelle strutture museali è stata eliminata la distanza interpersonale di un metro. In particolare, in zona bianca e gialla, il servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura è assicurato a condizione che detti istituti e luoghi, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, nonché dei flussi di visitatori garantiscano modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone.

  • SPORT PUBBLICO A EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVE

La capienza consentita non può essere superiore in zona bianca al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso. In zona gialla al 50% all’aperto, al 35% al chiuso rispetto a quella massima autorizzata. Quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui al presente comma, gli eventi e le competizioni sportive si svolgono senza la presenza di pubblico.

  • DISPOSIZIONE PER SPETTACOLI IN IMPIANTI CON CAPIENZA SUPERIORE A 5.000 SPETTATORI

Le restrizioni in vigore e il fatto che i biglietti siano esclusivamente nominativi valgono ancora. Esclusione per le manifestazioni carnevalesche, i corsi mascherati, le rievocazioni storiche, giostre e manifestazioni similari.

  • AUTOBUS ADIBITI A SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE

L’accesso a bordo degli autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi e la capienza consentita è pari a quella massima di riempimento.

  • GREEN PASS NEI LUOGHI DI LAVORO

Il provvedimento stabilisce che il datore di lavoro potrà chiedere di verificare il possesso del green pass in anticipo rispetto all’inizio del turno di lavoro sia nel settore pubblico che in quello privato. In caso di richiesta da parte del datore di lavoro, derivante da specifiche esigenze organizzative volte a garantire l’efficace programmazione del lavoro, i lavoratori sono tenuti a rendere le comunicazioni con un preavviso necessario a soddisfare le predette esigenze organizzative. La mancata comunicazione al datore di lavoro del possesso della certificazione verde farà scattare subito la sospensione dello stipendio del lavoratore che verrà, quindi, considerato assente ingiustificato.

  • ABILITAZIONE PROFESSIONE DI AVVOCATO

Il decreto prevede che l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato, limitatamente alla sessione da indire per l’anno 2021, è disciplinato dalle disposizioni di cui al decreto-legge 13 marzo 2021, numero 31, convertito con modificazioni dalla legge 15 aprile 2021, numero 50. In deroga a quanto previsto dall’articolo 4 del decreto in parola, le linee generali da seguire per la formulazione dei quesiti da porre nella prima prova orale e per la valutazione dei candidati in modo da garantire l’omogeneità e la coerenza dei criteri di esame sono stabilite con decreto del Ministero della giustizia, sentita la commissione centrale costituita ai sensi del decreto-legge 21 maggio 2003, numero 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 luglio 2003, numero 180.

  • SANZIONI

In caso di violazione delle regole su capienza e green pass nei settori di spettacoli, eventi sportivi e discoteche, la chiusura si applica dalla seconda violazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano