I Carabinieri delle Stazioni di Muro Lucano e Bella hanno arrestato due giovani, rispettivamente di 19 e 31 anni, entrambi residenti a Muro Lucano, responsabili dei reati di danneggiamento, lesioni personali e resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Nella serata di sabato scorso i due ragazzi, in evidente stato di agitazione, hanno aggredito per futili motivi il gestore di un bar nel centro della cittadina lucana, provocandogli lesioni alla testa, per poi scagliarsi contro uno dei clienti intervenuto in soccorso per arginare la loro furia. Il malcapitato, nel tentativo di difendere il commerciante, ha rimediato una ferita alla testa con una copiosa fuoriuscita di sangue.

I due aggressori, infine, hanno ridotto in frantumi la porta-vetrata del bar, al cui interno si erano rifugiati il gestore e gli altri avventori terrorizzati.

I Carabinieri della Stazione di Muro Lucano, intervenuti nell’immediatezza dopo la richiesta da parte della cittadinanza, hanno subito intercettato i due nel centro storico ma sono stati offesi e aggrediti. Il 19enne, esperto di arti marziali, ha colpito con un pugno al volto uno dei carabinieri intervenuti, provocandogli lesioni e riuscendo così a guadagnare la fuga. Immediate sono scattate le ricerche, a cui hanno partecipato anche i militari della Stazione di Bella giunti in supporto, che si sono concluse in breve tempo con la spontanea consegna del 19enne e la cattura del 31enne. Quest’ultimo, dopo essersi barricato nella propria abitazione e in una casa vicina, è stato successivamente bloccato, non senza difficoltà.

Al termine delle attività d’indagine, i due sono stati arrestati e condotti presso le Case Circondariali di Potenza e Matera.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano