Nelle scorse settimane l’Amministrazione comunale di San Giovanni a Piro ha annunciato la nuova edizione 2021 della rassegna “Equinozio d’Autunno” denominata “Respiro”. Ad esibirsi nel piazzale del Porto di Scario lo scorso 16 luglio è stato il cantautore Daniele Silvestri. I posti a sedere per assistere al concerto sono costati 10 euro a persona.

In merito all’evento è intervenuto l’avvocato Alberico Sorrentino del gruppo di opposizione consiliare “Liberi di scegliere”.

Se da un lato la ripresa dei concerti dal vivo segna un ritorno alla normalità in particolare per un lembo di terra che vive anche e soprattutto di turismo, – spiega – la pubblicazione della determina n° 122 ha reso noti i termini economici dell’evento sulle casse comunali. E così nel prendere coscienza che un concerto nel nulla di un’estate segnata dall’emergenza Covid ci è costato 59.260 euro, siamo rimasti senza respiro. Sono passati i tempi in cui gli attuali amministratori ‘strimpellavano’ per le spese folli di Equinozio d’Autunno. Oggi tutto è consentito, persino chiedere i 10 euro per un posto a sedere”.

Il concerto avrebbe dovuto rappresentare l’anteprima di una manifestazione programmatica, tuttavia – continua Sorrentino – la comunicazione mediatica dell’evento è stata così imponente che gli stessi residenti hanno appreso la notizia a poche ore dal concerto. Ebbene, cari concittadini, quando i nostri amministratori illuminati vi diranno che non ci sono soldi per la pulizia dei centri storici completamente abbandonati, non ci sono soldi per completare la rete fognaria di mezzo paese, non ci sono soldi per riparare la buca o la lampadina, non ci sono soldi per le imprese in difficoltà?“.

E conclude:”Ricordate loro che il biglietto ci è costato 59.260 euro di soldi nostri!“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.