Credo che la Campania sarà Zona Bianca dal 21 giugno“. E’ quanto annunciato questo pomeriggio dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della diretta settimanale per fare il punto sulla campagna vaccinale anti-Covid e sulle riaperture.

De Luca ha però sottolineato, all’inizio del suo intervento, che l’Italia è l’unico Paese al mondo in cui la gestione della pandemia non è affidata al Ministero della Salute ma ad un Commissario esterno:”Questo modello organizzativo è contraddittorio e improduttivo, perchè nella gestione della battaglia contro il Covid ci sono un aspetto organizzativo e logistico, con la distribuzione dei vaccini che non richiede Premi Nobel per essere portata a conclusione, e una parte medico-scientifica. In tutto il mondo sono due funzioni che fanno capo al Ministero della Salute, tranne che in Italia. In queste ore il modello sta rivelando la propria inadeguatezza“. Il Presidente della Campania si riferisce ai problemi sorti nelle ultime ore sul vaccino AstraZeneca dopo la morte di una 18enne ligure.

Dal punto di vista della comunicazione ai cittadini siamo di fronte ad un disastro – ha sottolineato -. Chi ha fatto le 500mila dosi di vaccino sono state le Regioni. A Roma fissano gli obiettivi, ma quelle che fanno o non fanno sono le Regioni. Per chi ha meno di 60 anni e ha fatto la prima dose di AstraZeneca cosa dobbiamo fare? Questa domanda devo farla a un Generale dell’Esercito o a un medico? Io non so a chi farla e quello che era il compito principale dello Stato non è stato rispettato. Attendiamo il pronunciamento del Cts che non è competente sui vaccini. Io dovrei sapere dall’AIFA cosa dobbiamo fare con AstraZeneca. Siamo ad oggi in una situazione di totale confusione. Per quello che ci riguarda noi non somministreremo AstraZeneca sotto i 60 anni e cercheremo soltanto di fare i richiami ma per gli over 60 per i quali non ci sono stati problemi sanitari. Per il resto aspettiamo che il Governo e AIFA dicano alle Regioni cosa devono somministrare a chi ha fatto la prima dose di AstraZeneca e deve fare il richiamo ed è sotto i 60 anni“.

Ieri in Campania sono state fatte 70mila vaccinazioni, il massimo delle somministrazioni, e oggi verranno superati i 4 milioni di vaccinati. Ieri, invece, la Campania ha avuto il livello più basso di nuovi contagi mentre sono state recuperate le dosi di vaccino che finora non erano state inviate alla Regione nei mesi scorsi. Ma De Luca, considerato il numero di giovani in più sul territorio regionale, continua a chiedere al Governo centrale le dosi in più relative alla popolazione che non sono ancora giunte.

 

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano