La crisi dovuta al Covid non lesina ulteriori problemi a tante aziende del territorio. Nonostante siano stati accolti con grande soddisfazione il blocco dei licenziamenti fino al 31 marzo 2021 e la proroga delle casse integrazioni per altre 12 settimane restano ulteriori dinamiche complesse di grande interesse.

Si stanno verificando alcune anomalie che ci preoccupano – dice il Segretario Provinciale della FILCA Giuseppe Marchesanostiamo registrando delle anomalie riguardo ai licenziamenti di numerosi lavoratori. Tali anomalie vengono effettuate facendo accedere i lavoratori al beneficio NASPI con espedienti poco chiari. Per questo motivo crediamo occorra che gli organi preposti vigilino con molta attenzione al fine di evitare abusi degli strumenti di tutela dei lavoratori”.

Siamo molto preoccupati inoltre – continua – sotto l’aspetto della sicurezza. Abbiamo forti sentori che in molti casi non ci sia attuazione dei protocolli anti contagio. Chiediamo rispetto anche per i lavorati in quarantena o positivi al virus che in questo momento hanno bisogno di tranquillità e non di correre il rischio di essere messi in disparte o peggio ancora di essere licenziati con qualche escamotage che lederebbe chiaramente il diritto al lavoro di ognuno di loro”.

A lanciare il grido di attenzione non è solo il segretario provinciale Marchesano ma anche il dirigente FILCA Giuseppe Vicinanza: “Quella che sta affrontando il mondo del lavoro è forse la crisi più importante della storia. In questo momento però il settore ha bisogno di aiuti e soprattutto tutele. Sia le aziende che i dipendenti hanno bisogno di vivere questo clima incerto con più serenità rispetto a quanto stiamo constatando quotidianamente”.

Infine – aggiunge il dirigente Vicinanza – questo periodo potrebbe essere utile per svolgere in totale sicurezza numerosi interventi edili come quelli scolastici. L’ammodernamento di numerose strutture è un’esigenza comune del nostro territorio soprattutto per garantire sempre più sicurezza”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*