La UIL FPL Vallo di Diano scrive al Direttore Sanitario dell’ospedale di Polla e ai dipendenti del presidio ospedaliero al fine di contrastare il rischio contagio interno chiedendo che si adottino con estrema urgenza alcuni provvedimenti.

Tra questi che il personale pulizie e ausiliario sia assegnato al reparto in modo stabile e non venga utilizzato a rotazione nelle varie Unità Operative, onde evitare che nel caso si riscontri positività al Covid debbano effettuare screening un numero elevato di operatori e pazienti; l’attivazione, presso la Direzione Generale, di ogni utile azione al fine di attivare con urgenza il laboratorio per lo sviluppo tamponi.

Il sindacato chiede anche di dotare gli operatori addetti al front-office di idonea postazione e strumentazioni di protezione e differenziare i percorsi tra utenti e personale sanitario al fine di evitare assembramenti specialmente in orari di accesso e uscita, di diversificare l’elaborazione dei tamponi presso i laboratori dell’Asl Salerno utilizzati dal presidio di Polla in modo da sviluppare con urgenza tutte le richieste per quei pazienti che devono effettuare interventi chirurgici o altre urgenze, di programmare l’esecuzione dei tamponi a cadenza quindicinale o mensile per gli operatori sanitari, il personale ausiliario e tecnico, di incrementare con urgenza le richieste presso la Direzione Generale di persole sanitario (medici, infermieri, OSS, tecnici) che “sopravvivono grazie al senso di dovere e responsabilità del personale che si priva molto spesso di riposi e ferie”.

Vi è poi la richiesta di predisporre un sistema telematico o temporaneamente di ricezione fax, di richieste, consulenze tra le varie U.O. del presidio e la Direzione Sanitaria, per evitare inutili fuoriuscite da reparto e contatti diretti con materiali cartacei e nel caso fosse riscontrata la necessità di riattivare i posti letto di degenza e Terapia intensiva Covid, di interpellare e confrontarsi con le Organizzazioni Sanitarie al fine di definire i metodi di reclutamento del personale e le migliori azioni da mettere in campo.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.