Si è svolto l’incontro da remoto tra il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Salerno, Arturo Sessa, Gerardo Ceres e Gerardo Pirone.

I temi del confronto sono stati la verifica delle aziende che hanno richiesto la deroga per il proseguimento dell’attività produttiva, la verifica sui controlli dell’Asl e dei Nas dei Carabiniei presso le RSA (residenze sanitarie assistenziali) della provincia, oltre alla condizione di sicurezza dei lavoratori degli appalti impegnati nei presidi ospedalieri dedicati all’emergenza Covid-19.

Si è discusso anche di trasporti dei lavoratori immigrati impegnati nelle aziende agricole della Piana del Sele, di controlli e verifiche sulle misure di sicurezza adottate nelle aziende che avvieranno la sollecitata ripresa dell’attività produttiva e dell’avvio di un tavolo di osservazione dei fenomeni di usura e sovraindebitamento che potranno interessare le famiglie, i lavoratori autonomi  e le imprese del commercio e del turismo, vittime della mancanza di reddito provocato dal fermo delle attività economiche.

Per ognuno di questi temi si è definito un programma di lavoro accompagnato da proposte specifiche, con il supporto delle federazioni di settore, che verranno rappresentate ad horas all’attenzione del Prefetto.

Per Sessa, Ceres e Pirone è da sottolineare “l’apprezzamento per l’impegno del Prefetto e per la continua ricerca del contributo di idee e di proposte delle parti sociali, sapendo che deve essere gestita la fase storica più sconvolgente che le società moderne hanno dovuto attraversare, sotto il profilo sanitario, economico e sociale”.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*