“E’ assolutamente incomprensibile la scelta di trasferire i 32 anziani ospiti contagiati della casa di riposo ‘Fondazione Juventus’ di Sala Consilina alla clinica privata Campolongo Hospital di Eboli e non preferire, piuttosto, una struttura pubblica e maggiormente attrezzata”.

E’ quanto denunciano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e Michele Cammarano, firmatari di un’interrogazione nella quale chiedono alla Giunta regionale perché non si sia preferita una struttura pubblica con personale specializzato e strumentazioni adeguare come il vicino ospedale di Sant’Arsenio che, adeguatamente potenziato con un aumento di posti letto, è in grado di rispondere alle attuali esigenze sanitarie e offrire una migliore assistenza ai 32 pazienti in questione.

“La Campolongo non dispone – continuano i due consiglieri – del personale sanitario specializzato necessario né delle attrezzature adeguate per l’emergenza in corso come sistemi di ventilazione polmonare. Senza dimenticare, come è noto, che da inizio marzo in questa struttura si sono registrati cinque casi di persone contagiate, una delle quali decedute, oltre a un operatore sanitario, con la conseguente messa in quarantena obbligatoria per 20 operatori, tra medici e infermieri”.

Alla luce di situazioni come questa – scrivono Cammarano e Ciarambino nella loro interrogazione – riteniamo necessaria una ricognizione di tutti i posti letto al momento disponibili sul territorio regionale anche alla luce di una rifunzionalizzazione in corso di strutture pubbliche esistenti”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*