Non è ammessa l’attività sportiva, ludica o ricreativa all’aperto in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Lo ha chiarito con un’apposita ordinanza il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Inoltre, non è consentito in locali pubblici o aperti al pubblico svolgere eventi quali riunioni per fini ricreativi o sportivi e feste.

Il Governatore De Luca si è visto costretto a questi chiarimenti perché, “nonostante l’adozione delle rigide misure prese con l’ordinanza n. 15 del 13 marzo, è stato segnalato e documentato che numerose persone continuano a riversarsi sui lungomare, sulle spiagge, strade ed altri spazi aperti della regione, per finalità ricreative e/o sportive in attività che, in quanto itineranti e protratte nel tempo, risultano insuscettibili di concreto monitoraggio e controllo da parte delle Forze dell’Ordine anche al fine di assicurare l’effettivo rispetto della distanza minima di sicurezza di un metro“.

La situazione attuale impone di adottare misure idonee ad evitare il più possibile episodi ed occasioni di contagio, tenuto conto delle gravissime ed irreparabili conseguenze collegate all’eventuale ulteriore incremento delle positività al virus e del possibile rischio di paralisi dell’assistenza agli ammalati per insufficienza di strutture e strumentazioni idonee a fronteggiare l’emergenza, stante la crescita esponenziale della curva di contagio, scientificamente attestata con riferimento ai territori nei quali i focolai si sono già registrati.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*