Il Decreto Legge “Cura Italia” del 17 marzo 2020 ha disposto specifiche misure che impattano sui termini di pagamento e attività di riscossione, per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria del Covid-19:

  • sono sospesi i termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. I pagamenti sospesi dovranno poi essere effettuati entro il mese successivo, ovvero entro il 30 giugno 2020;
  • sono sospese tutte le attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione fino al 31 maggio 2020;

Vengono differite fino al 31 maggio 2020:

  • le rate scadute il 28 febbraio relative alla “Rottamazione-ter”
  • le rate in scadenza il 31 marzo del “Saldo e stralcio“.

Al momento invece non è stata rinviata l’ulteriore rata della “Rottamazione-ter” in scadenza il 31 maggio che dovrà essere pagata per non perdere i benefici della rottamazione.

Per le cartelle di pagamento in scadenza nel periodo di sospensione, che vanno pagate entro il 30 giugno 2020, può anche essere richiesta una rateizzazione e, al fine di evitare la successiva attivazione di procedure di recupero da parte dell’Agenzia, è necessario presentare la domanda entro il 30 giugno 2020.

– Alessandro Macellaro –

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*