Tenuto conto delle direttive date in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Salerno, Francesco Russo, e visto il crescente dissenso in merito alle misure nazionali e regionali di contenimento della diffusione del Covid, il Questore di Salerno, Maurizio Ficarra, e i vertici dell’Arma Carabinieri, il Colonnello Gianluca Trombetti, e della Guardia di Finanza, il Generale Danilo Petrocelli, nella settimana appena trascorsa hanno profuso ogni energia per la gestione delle numerose e spesso non preannunciate manifestazioni che si sono tenute nel capoluogo e in numerosi comuni della provincia.

Lo sforzo nel cercare ogni canale di colloquio con i manifestanti ha evitato una deriva violenta delle iniziative. L’interlocuzione è stata finalizzata a coinvolgere le varie categorie economiche a tenere lontano dalle loro legittime preoccupazioni quei gruppi violenti che nulla hanno in comune con chi protesta. Si è così evitata una rabbiosa e conseguente degenerazione dell’ordine pubblico.

Per contenere la diffusione del virus, obiettivo principale da raggiungere per la tutela della salute, sono poi proseguiti i controlli disposti con ordinanza del Questore che vedono da tempo impegnati Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Militari dell’Esercito Italiano, Polizia Provinciale e Polizie Locali.

Nel fine settimana sono state controllate 1557 persone, sanzionate per mancato uso della mascherina 23 persone, sanzionate per aver violato il divieto di consumazione di bevande dopo le 18 altre tre persone, controllati 441 esercizi pubblici, sanzionati 3 esercizi commerciali per mancato rispetto della normativa anti-covid e per l’inosservanza, nello specifico, della mancata chiusura nell’orario previsto e della mancata predisposizione delle informazioni e dei presidi igienici all’ingresso.

– Chiara Di Miele –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*