È rimasta gravemente ferita una 33enne a Muro Lucano dopo essere stata colpita da una fucilata. A sparare nel pomeriggio odierno è stato un uomo, suo familiare 60enne, pensando in lontananza si trattasse di un cinghiale.

La donna, colpita all’altezza dell’addome, non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio nei pressi di località Ponte Giacoia, dove vive l’uomo, non lontano dalla sua abitazione. Accortosi di quanto accaduto, è stato lui stesso a chiamare i soccorsi. Immediato è stato l’intervento dei sanitari del 118 Basilicata, che hanno trasferito d’urgenza la ragazza all’ospedale “San Carlo” di Potenza.

Sul posto i Carabinieri della Stazione di Muro Lucano e della Compagnia di Melfi, guidati dal Capitano Carmine Manzi, per valutare la posizione dell’uomo ed effettuare tutti i rilievi del caso per risalire alla dinamica precisa di quanto accaduto. I militari dell’Arma hanno accertato per il momento il fatto che la giovane è stata ferita accidentalmente dall’uomo e non volontariamente.

– Claudio Buono –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano