Riguardo all’operazione di contrasto alle infiltrazioni criminali nel settore del trasporto infermi e delle onoranze funebri, sono già iniziati attacchi pretestuosi verso di me, il Comune di Capaccio Paestum e la mia Amministrazione“. E’ questo il commento a caldo del sindaco di Capaccio Paestum, Franco Alfieri, in seguito all’imponente operazione svolta questa mattina dalla Polizia di Stato di contrasto alle infiltrazioni criminali nel settore del trasporto infermi e delle onoranze funebri e che ha condotto all’arresto dell’imprenditore Roberto Squecco e di altre 10 persone coinvolte, responsabili, a vario titolo, di intestazione fittizia di beni, riciclaggio, reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, auto-riciclaggio, peculato, abuso d’ufficio e falso, turbata libertà degli incanti ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

L’indagine ha preso il via dagli avvenimenti successivi al voto amministrativo per l’elezione di Alfieri come Sindaco di Capaccio Paestum il 9 giugno 2019, quando erano stati denunciati alcuni episodi di utilizzo “improprio” di ambulanze che avevano inscenato  un “carosello” tra le strade della cittadina per festeggiare il risultato elettorale.

Ai domiciliari è finita anche Stefania Nobili, consigliere comunale e capogruppo di maggioranza.

Voglio sottolineare – continua Alfieri – che si tratta di fatti del tutto estranei all’attività amministrativa portata avanti dal nostro Ente, di vicende che nulla hanno a che fare con il lavoro quotidianamente svolto dall’Amministrazione che guido. Alla consigliera Stefania Nobili auguro di chiarire presto la sua posizione nell’interesse suo e della comunità“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

20/1/2021 – Infiltrazioni criminali nel settore ambulanze a Capaccio. Arrestati Roberto Squecco e altri 10

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano