Il ritiro precampionato del Valdiano del tecnico Masullo volge al termine: ancora qualche giorno di lavoro al “G. Romanelli” di Monte San Giacomo e poi si ritorna a Teggiano, dove la squadra ultimerà la fase di preparazione in vista del debutto ufficiale in Coppa Italia di eccellenza e promozione previsto per il 6 settembre, quando dovrà affrontare, in un derby molto suggestivo, il Sassano formazione di promozione del neo trainer Capobianco.

In attesa di questa sfida con i cugini, che precede di una settimana l’inizio del campionato di eccellenza, la squadra appare ancora alla ricerca di un paio di elementi che possano garantire il giusto equilibrio.

In particolare, come ha avuto modo di rimarcare lo stesso allenatore Masullo, è necessario inserire un centrocampista in grado di dettare i tempi ed un attaccante.

A proposito di terminali avanzati una buona notizia è arrivata: dopo un lungo corteggiamento il bomber Giuseppe Salamone ha sciolto la riserva ed ha deciso di accettare le offerte del club azulgrana di patron Carmine Cardinale e, da qualche giorno, ha cominciato a lavorare con i nuovi compagni.

Il trainer di Montesano ha avuto modo di vederlo all’opera in occasione del test con il Moliterno, formazione dell’eccellenza lucana.

La gara rientrava nell’ambito del “5° Memorial Domenico Gallipoli” svoltosi a Sarconin (Pz).

L’attaccante di Caselle in Pittari ha giocato per una ventina di minuti e, pur in ritardo di preparazione, ha fatto vedere le sue qualità sotto porta.

Per la cronaca, il trofeo se l’è aggiudicato il Valdiano, che ha battuto il Moliterno col punteggio di 3-1 con reti di Spinelli e Costanzo, autore di una doppietta.

“Nonostante le diverse assenze, costante che ha caratterizzato i nostri test amichevoli – dice Masullo – ho notato concreti progressi rispetto alle precedenti uscite che ci hanno visto opposti a formazioni di serie D come Nardò e Francavilla, ma c’è ancora molto da lavorare e soprattutto integrare l’organico . Con i dirigenti stiamo valutando la possibilità di ingaggiare un under classe ’98 molto interessante”.

“Siamo consapevoli che ci attende una stagione molto difficile e il nostro obiettivo sarà quello di conservare la categoria – conclude – sapendo che le altre squadre si sono attrezzate al meglio, per cui le nostre scelte dovranno essere fatte con oculatezza e con parsimonia”.

In attesa degli ultimi botti di mercato, non resta che attendere il derby di Coppa Italia con il Sassano per capire lo stato di salute del club teggianese, che per il secondo anno consecutivo sarà il team maggiormente rappresentativo del comprensorio valdianese nell’ambito del calcio dilettantistico regionale.

– Gerardo Lobosco –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*