In casa Valdiano continua ad essere esposto il cartello “Lavori in corso” dopo la nomina del nuovo presidente ruolo affidato a Cono Dino Di Candia, e la scelta della guida tecnica andata al riconfermato Christian Manfredini, il quale però, agirà da solo al timone senza l’ausilio di Bruno Cammarota, con il quale aveva pilotato nello scorcio finale della passata stagione la squadra all’insperata salvezza, sono state definite anche le altre cariche nell’organigramma societario: il prestigioso ruolo di Direttore Generale è andato a Gianrocco Vertucci, figlio del compianto Cono Antonio a cui è intitolato l’impianto sportivo teggianese di località Castagneta.

C’era attesa per conoscere anche il nome del direttore sportivo ed in questo caso ed in questo caso i dirigenti del sodalizio azulgrana, hanno optato per una soluzione interna affidando il compito ad una triade: Donato D’Aguanno, Biagio Langone e Pierangelo Trezza. A loro il compito di effettuare le operazioni di mercato di concerto con il tecnico Manfredini. Al segretario e tesoriere Carmine Di Gruccio, anche il ruolo di interfacciarsi con gli organi di informazione, mentre resta in stand by  la figura di Team Manager.

Nell’incontro avuto ad inizio settimana con Manfredini, si sono tracciate le linee guida per adeguare l’organico. In particolare l’ex centrocampista della Lazio, alla sua prima esperienza da allenatore (un vero lusso per la categoria dispone di patentino Uefa Pro) ha fatto esplicita richiesta di un portiere, un difensore anche alla luce delle quasi certe partenze di Ietto e Puoli, entrambi dati in direzione Moliterno, dove è approdato l’ex tecnico valdianese Franco Masullo, di almeno un centrocampista e di due attaccanti.

Al momento si può contare su 8/9 calciatori che hanno dato il loro assenso proseguire la loro esperienza con la casacca azulgrana nella fascia over, mentre tra gli under sono 7/8 quelli a disposizione. Insomma ci sarà da lavorare intensamente per dare al tecnico di origine ivoriana gli innesti richiesti ed arrivare al ritiro precampionato quasi con la rosa al completo.

Scelta la sede del ritiro si tratta del “Gaetano Romaneli “ di Monte San Giacomo, resta da definire con certezza la data: due quelle possibili per dare inizio ai lavori il 5 o l’8 agosto. Invece,  per quanto concerne la riorganizzazione del settore giovanile del club, il discorso sarà affrontato dai dirigenti a metà mese.

– Gerardo Lobosco –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*