Dopo 5 anni il PalaZingaro ritorna a respirare aria di calcio a 5 d’Elite, e lo fa con il Futsal Claravì Sala Consilina, compagine  fresca di ammissione al massimo torneo regionale di serie C1.

Il debutto c’è stato con la gara di andata del primo turno di Coppa Italia, sul parquet amico, al cospetto della corazzata Real San Giuseppe guidata dal tecnico Gianpaolo Barbato, ritornato a Sala Consilina nelle vesti di ex, dopo la positiva esperienza vissuta qualche anno fa con lo Sporting poi promosso in serie B.

L’impatto con la nuova realtà per il team salese è stato da incubo: troppa e tanta la differenza di valori che alla fine si è palesata con un pesante passivo rimediato dai ragazzi del tecnico Domenico Rosciano, i quali hanno perso 10-1. Una sconfitta maturata non solo per il  diverso spessore tecnico esistente tra le due, ma anche dalla diversa condizione fisica dei protagonisti, in campo con la formazione vesuviana già apparsa in palla.

Il team caro al presidente Vincenzo Spinelli, invece, è arrivato con meno di due settimane di lavoro e con i due stranieri il portoghese Neves e il brasiliano Trica, aggregati al gruppo da pochi giorni. Un organico che deve essere ancora completato con l’arrivo dell’argentino Galinanes e con il rientro di Bruzzese. Di certo l’impatto con il difficile torneo è stato negativo, ma il Real San Giuseppe era l’avversaria peggiore da affrontare nella prima uscita stagionale.

Nonostante il passivo subito a doppia cifra dalla squadra salese, in casa del team giallo nero il clima è apparso tranquillo come testimoniano le parole registrate nel post partita da parte del patron Spinelli e dell’allenatore Rosciano: “Il Real San Giuseppe è la squadra che punta alla serie B, abbiamo retto il confronto per una frazione di tempo poi è venuta fuori anche una migliore condizione che associata ad una tecnica di primissimo livello ha finito per penalizzarci in modo troppo pesante. Di certo non era la Coppa Italia il nostro obiettivo, ora dobbiamo pensare alla prima di campionato che parte sabato 10 settembre e contro il Benevento con una settimana in più nelle gambe e con il rientro anche di qualche assente potremo fare senz’altro meglio”.

Spinelli ha invitato i tifosi a stare vicino ai ragazzi: “Oggi ho visto gli spalti gremiti spero che anche con l’inizio del campionato ci sia lo stesso entusiasmo, il campionato è difficilissimo e il sostegno dei tifosi è indispensabile. La sconfitta con il Real San Giuseppe è già alle spalle, la mente è proiettata al match con i sanniti del Benevento e sono certo che vedremo un Claravì diverso”. La società, intanto, per le gare di campionato ha stabilito il costo del tagliando di ingresso fissando al prezzo a 3 euro.

– Gerardo Lobosco –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*