11873493_10153600873611098_4869925312168626315_nSi terrà stasera a Caggiano, alle ore 19.30, presso il Castello Normanno del Guiscardo, un incontro per celebrare i versi della Divina Commedia di Dante Alighieri nel 750esimo anniversario della nascita del “padre della lingua italiana”.

Tutte le storie parlano della Commedia e i versi del poema ricordano di essere stati canto. Addentrarsi nella poesia di Dante è viaggiare attraverso l’anima del mondo ,alla ricerca dell’identità degli uomini. Ci sarà guida un sublime poeta, coltissimo inventore di mondi letterari, veggente cieco, profeta moderno, dall’abito antico. – racconta il medico caggianese Franco Morrone appassionato di letteratura e organizzatore dell’evento – Ritroveremo i nostri Maestri, che ci hanno indicato la strada e ne hanno percorso un pezzo con noi e troveremo i versi immortali dove mai avremmo pensato di cercarli: da Dante a Dante. Dall’abbondono alla meraviglia. Dalla verità rappresentata, alla verità immaginata, alla verità rivelata. E finiremo naturalmente per parlare d’amore, perché anche questa, come tutte le storie, è sempre e solamente una storia d’amore”.

Durante l’incontro, aperto a tutti, verranno approfondite ed illustrate, tramite una sequenza di immagini, alcune pagine di opere che trattano il tema proposto dall’evento, come Tereza e la fratellanza segreta”, tratto dall’opera di Milan Kundera, “L’abbandono, lo stupore e la meraviglia”, descritti nei “Nove saggi danteschi” di Jorge Luis Borges, “Poi piovve dentro a l’alta fantasia” di Italo Calvino.

La serata si concluderà con un omaggio a tre grandi maestri della letteratura mondiale : Primo Levi con “La lettura di Ulisse nel Campo”, tratto da “Se questo è un uomo”, “L’amore e i nomi” di William Shakespeare, tratto da Romeo e Giulietta, ed infine Paolo e Francesca di Dante Alighieri.

– Rosanna Raimondo –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*