Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di cinque persone (due in carcere e tre agli arresti domiciliaci), gravemente indiziate, in concorso tra loro, per attività di concorrenza illecita in commercio continuata ed aggravata da azioni intimidatorie e violente, avvalendosi del metodo mafioso per imporre i loro servizi.

Per due degli indagati pende anche l’accusa di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco.

Queste condotte venivano poste in essere con spedizioni finalizzate a stabilire un clima di terrore tra i gestori dei locali notturni, che terminava solo assecondando le richieste di servirsi del loro personale per garantire il sereno svolgimento delle serate all’esterno ed all’interno dei locali della movida battipagliese e salernitana.

Il gruppo criminale, nel corso delle indagini, ha palesato il suo interesse ad ottenere un controllo egemonico sulla gestione della sicurezza dei locali notturni della Piana del Sele e della città di Salerno, fino al punto di pianificare l’uccisione del titolare di un’altra agenzia operante nello stesso settore, non portata a compimento per la desistenza dell’uomo incaricato dell’omicidio, che figura tra gli arrestati.

Con botte, pugni e schiaffi gli indagati cercavano di accaparrarsi il servizio di sicurezza nei locali notturni di Battipaglia, sfruttando il potere intimidatorio dettato dalla carriera criminale di uno dei componenti del gruppo.

– Chiara Di Miele –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*