È iniziato stamane, presso l’isola ecologica di Buccino, lo sciopero proclamato dagli operai della Ergon, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti con sede a Polla.

Sono ben 8 mesi che i sei operai non percepiscono lo stipendio, un problema che incide non poco sulla loro vita familiare, economica e affettiva.

Tanti gli scioperi e gli accordi tra sindacati, vertici dell’azienda e Comune, per il pagamento degli stipendi, ma ad oggi, nulla è stato fatto e gli operai attendono ancora i pagamenti.

L’azienda attende di ricevere pagamenti per circa 10 milioni di euro dai Comuni – spiega Antonio Volpe, sindacalista Ugl  Anche il Comune di Buccino non ha pagato l’azienda e questo sta creando non pochi problemi. Giovedì mattina infatti, gli operai sono giunti a lavoro e al loro posto, hanno trovato i dipendenti di una società esterna, la Eka srl, incaricata della raccolta dei rifiuti. Vogliamo chiarimenti, non è possibile che il Comune incarichi una società esterna rendendo nota tale decisione, solo la sera prima e non paghi la Ergon”.

Non lasciateci soli, vogliamo solo lavorare con dignità”, dicono gli operai.

Intanto, operai e sindacati si sono recati dai Carabinieri per denunciare quanto accaduto, in attesa di ricevere una risposta dal sindaco Nicola Parisi.

Mariateresa Conte


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*