immagine di repertorio

L’ASL Salerno, attraverso il Servizio di sanità animale, ha abbattuto 82 bovini appartenenti a una mandria vagante che si spostava tra i territori comunalei di Sant’Angelo a Fasanella, Ottati e Corleto, sconfinando spesso in terreni privati e creando gravi danni alle coltivazioni degli agricoltori del posto.

Come si legge sul quotidiano La Città di Salerno, i veterinari dell’azienda sanitaria, anche a seguito delle ripetute segnalazioni da parte dei coltivatori della zona, hanno sottoposto alcuni capi di bestiame alle prove diagnostiche per la brucellosi e la tubercolosi e gli stessi sono risultati affetti proprio da brucellosi. 

Determinanti sono state la collaborazione degli allevatori della zona e l’operatività dei veterinari dell’Unità di Capaccio-Roccadaspide e Sala Consilina affinchè l’operazione venisse portata a compimento in maniera positiva.

Spetterà adesso alla magistratura accertare le eventuali responsabilità dei proprietari dei capi abbattuti.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*