Con il Decreto Rilancio è stata introdotta un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta pari al 50% delle spese pubblicitarie sostenute per gli investimenti pubblicitari.

L’obiettivo del Bonus Pubblicità è incentivare gli investimenti pubblicitari su giornali cartacei ma anche digitali, televisione e radio qualificati che devono avere la caratteristica obbligatoria di essere testate giornalistiche registrate al Tribunale con un direttore responsabile di riferimento.

Possono usufruire del Bonus pubblicità:

  • imprese;
  • lavoratori autonomi;
  • enti non commerciali.

Per beneficiare del bonus è necessario programmare e realizzare un investimento pubblicitario nel 2020, per la richiesta del bonus bisogna eseguire due passaggi:

  • prenotazione credito d’imposta per spese pubblicitarie;
  • inoltro della dichiarazione finale con il totale delle spese pubblicitarie effettuate.

La fase di prenotazione va dal 1° al 30 settembre 2020. In tale fase deve essere inoltrata una comunicazione telematica, compilando il Modello predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per l’informazione e l’editoria.

Gli importi indicati in tale fase saranno i massimi importi ammissibili; ai fini della richiesta l’importo speso potrà essere inferiore ma non superiore.

Nella seconda fase, che va dal 1° gennaio al 31 gennaio 2021 deve essere indicato il totale delle fatture effettivamente contabilizzate relative alle spese pubblicitarie effettuate dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

Successivamente entro il mese di marzo 2021 arriverà la comunicazione ufficiale dal Dipartimento per l’Informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’elenco di tutte le società ammesse al credito.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*