Bonus Assunzioni: entro il 31 dicembre le domande all’INPS – a cura dello Studio Viglione Libretti

Si avvicina il termine ultimo per la presentazione delle istanze di accesso al Bonus Assunzioni 2020 previsto dal Decreto Legge 104/2020 (Decreto agosto).

Entro tale data imprese e studi professionali potranno effettuare nuove assunzioni stabili o potranno procedere alla stabilizzazione dei contratti in essere al fine di fruire dell’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali, così come previsto dal Decreto agosto.

La platea di soggetti ammessi ad accedere a tale misura di agevolazione è decisamente ampia: possono infatti procedere alla presentazione delle relative domande tutti i datori di lavoro privati con la sola esclusione delle aziende operanti nel settore agricolo. Dunque il Bonus Assunzioni è rivolto anche ai professionisti ed agli studi professionali.

Ma in cosa consiste, in concreto, il Bonus Assunzioni 2020? La misura prevede in favore dei datori di lavoro che vi faranno accesso l’esonero totale, per una durata massima di 6 mesi, dal versamento dei contributi previdenziali per nuove assunzioni o per le trasformazioni dei rapporti di lavoro già instaurati a tempo indeterminato. Per le imprese operanti nel settore turistico e per gli stabilimenti termali è inoltre previsto l’esonero totale dal versamento dei contributi per assunzioni a tempo determinato per una durata pari al periodo dei contratti stipulati e in ogni caso per un periodo non superiore a 3 mesi.

L’istanza di esenzione dal pagamento dei contributi prevista dal Bonus Assunzioni 2020 può essere presentata all’INPS direttamente dal datore di lavoro o dal proprio intermediario a mezzo della specifica modulistica online. Nella domanda andranno inseriti i dati del lavoratore per il quale si chiede l’esenzione contributiva, l’importo della retribuzione media e l’aliquota contributiva oggetto di sgravio.

Per poter fruire delle agevolazioni del Bonus Assunzioni è indispensabile il possesso, alla data della presentazione della domanda, di DURC regolare. Una volta effettuati i controlli da parte dell’INPS, i datori destinatari della misura potranno beneficiare delle previste esenzioni mediante conguaglio nelle denunce contributive Uniemens.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

 

PUBBLIREDAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*