Da circa due settimane l’attività del Genio Civile di Salerno è di fatto paralizzata in seguito al pensionamento del dirigente dell’ufficio di Salerno.

Di fatto, dal 1° ottobre, non vengono firmati gli atti per i quali è necessaria la firma del dirigente, come ad esempio i collaudi, di conseguenza sono bloccate tutte le autorizzazioni necessarie per la costruzione di opere edilizie.

E’ necessario rivolgersi al Genio Civile, ad esempio, quando si costruisce un edificio in cemento armato o acciaio o si effettuano interventi sulle strutture di edifici esistenti. Se il deposito dei calcoli strutturali non è autorizzato dal Genio Civile, l’opera edile non può essere iniziata.

L’assenza della figura apicale ha scatenato le proteste di molti tecnici, in particolar modo ingegneri e geometri. La paralisi interessa non solo l’ufficio di Salerno, ma anche quelli periferici di Padula e Vallo della Lucania che, dall’inizio del mese, non stanno rilasciando più autorizzazioni.

Questo stallo crea problemi anche a chi deve accedere a finanziamenti pubblici perchè non ha tutte le autorizzazioni necessarie da allegare alla domanda. Diversi tecnici hanno manifestato l’intenzione di presentare una denuncia all’autorità giudiziaria per omissione di atti di ufficio.

– Erminio Cioffi –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.