Una nuova centenaria in Basilicata, che si conferma sempre più terra longeva. A spegnere le 100 candeline è stata la signora Maddalena Sassano di Marsiconuovo, conosciuta da tutti come nonna Linuccia.

A far visita alla centenaria il sindaco, Gelsomina Sassano, che è anche nipote della donna. Nonna Linuccia, infatti, è la sorella del padre del primo cittadino. Sette figli, lei è la prima ed è in vita insieme all’ultimo fratello, che vive a Viggiano ed ha raggiunto la sua abitazione per gli auguri. Tanto che la nonnina, a 100 anni, si è preoccupata di chiedere al fratello come ha fatto a raggiungerla e da chi è stato accompagnato.

Nonna Linuccia è vedova da quando aveva 52 anni. Ha un figlio ed è trisnonna di sette tra nipoti, pronipoti e trisnipoti.

È stata – ha dichiarato il sindaco Gelsomina Sassano – una delle cose più belle fatte da quando sono Sindaco. Gli auguri per i 100 anni, a mia zia. Qualcosa di bellissimo ed emozionante. In questo periodo così triste, dove tanti nonnini ci stanno lasciando a causa dell’emergenza sanitaria, questo è un segno di speranza“.

Il sindaco le ha consegnato una targa di auguri a nome dell’Amministrazione comunale. Insieme al primo cittadino anche il parroco, don Michele Palumbo.

Fino a qualche anno fa nonna Linuccia preparava anche la pasta di casa. Ha sempre lavorato, nei campi, ed ha portato avanti la famiglia crescendo fratelli e sorelle, essendo la primogenita. Nonostante l’età, ad eccezione di qualche acciacco, sta bene e mangia prodotti genuini, uno dei segreti della sua longevità. Niente alcool e nemmeno vino: per i suoi 100 anni solo un brindisi, circondata dall’amore dei suoi familiari.

– Claudio Buono –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*