Apprendiamo dalla stampa di un increscioso e alquanto grave episodio consumatosi martedì 27 ottobre presso il Dipartimento politiche di sviluppo nel corso di un incontro tra l’assessore Cupparo ed una delegazione di operatori culturali e dello spettacolo, presente anche la dirigente dell’Ufficio regionale sistemi culturali Patrizia Minardi. L’incontro verteva sul futuro del comparto cinematografico in Basilicata a partire da questa terribile fase pandemica”.

Così i consiglieri regionali del Pd, Roberto Cifarelli e Marcello Pittella che, in merito, hanno inviato una lettera al Presidente della Giunta Bardi e per conoscenza al Presidente del Consiglio regionale Cicala.

A quanto ci è dato sapere – scrivono – l’assessore Cupparo avrebbe dapprima sminuito il lavoro portato avanti dai tanti lavoratori impegnati nel mondo della industria culturale e creativa e successivamente avrebbe minacciato e, sembra, strattonato una rappresentante dei lavoratori presente. Questo comportamento incivile risulta essere inaccettabile se perpetrato da parte di chiunque, ma risulta anche odioso se portato avanti da un rappresentante delle Istituzioni che in questo modo offende la Regione Basilicata e l’intero mondo dello spettacolo e della cultura che, è bene ricordarlo a tutti, ha pari dignità rispetto agli altri comparti economici”.

Pertanto – concludono – chiediamo che Lei, in qualità di Presidente della Giunta regionale, riferisca, su quanto è accaduto, nel corso della seduta del Consiglio regionale in modo da chiarire pubblicamente questa imbarazzante vicenda e, magari, scusarsi con gli interessati e con la Basilicata”.

– Chiara Di Miele –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano