Sono 201 per quest’anno le località che potranno fregiarsi della Bandiera Blu 2021, il riconoscimento della Fee (Foundation for Environmental Education). Sul podio la Liguria con 32 località, in seconda posizione la Campania con 19 Bandiere e al terzo posto la Toscana che ottiene 17 vessilli blu a pari merito con la Puglia.

Sono 416 le spiagge con mare cristallino, circa il 10% dei lidi premiati a livello mondiale, mentre le Bandiere sui laghi scendono a 16.

Il riconoscimento viene assegnato sulla base di criteri imperativi fra cui il mare eccellente negli ultimi quattro anni, l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata, le vaste aree pedonali, presenza di piste ciclabili, arredo urbano curato e aree verdi.

Della Giuria nazionale fanno parte anche i Ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, che valutano anche la presenza di strutture alberghiere, di servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, educazione ambientale e segnaletica aggiornata.

Tra le località campane premiate con la Bandiera Blu 2021 figurano Capaccio, Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola, Camerota, Vibonati e Sapri.

La Bandiera Blu mancava da troppi anni a Camerota nonostante il mare pluripremiato e i turisti che ogni anno la scelgono e la collocano al terzo posto in Campania, dopo Napoli e Sorrento, per numero di visitatori. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, attendeva la notizia con trepidazione. Scarpitta, insieme all’assessore al Turismo Teresa Esposito, ha preso parte alla conferenza dagli uffici di Palazzo di Città. “E’ un giorno meraviglioso per Camerota – dice Scarpitta -. Ascoltare i massimi vertici della Fee pronunciare il nome della nostra località tra le duecento italiane che hanno ottenuto il riconoscimento è una sensazione unica. Abbiamo inaugurato tre impianti di depurazione in un anno ed era il tassello che ci mancava. Bandiera Blu è un sigillo di garanzia della qualità del nostro mare e delle nostre spiagge ma è anche il giusto premio al lavoro che si sta portando avanti. Le spiagge di Camerota non hanno barriere architettoniche, la percentuale di raccolta differenziata è a livelli molto alti, il progetto di educazione ambientale nelle scuole prosegue a gonfie vele. Un grazie all’Amministrazione comunale tutta, agli imprenditori, agli operatori del mare, ai lavoratori che tengono a cuore le sorti del nostro territorio, alla scuola, alle forze dell’ordine e di polizia e a tutti quelli che si impegnano in prima linea per difendere le bellezze di Camerota“.

Siamo felicissimi di comunicarvi questo splendido riconoscimento che Camerota aspettava da molti anni – aggiunge Teresa Esposito -. Requisito fondamentale per l’assegnazione è il depuratore, che fino all’anno scorso non c’era e per cui non è stato possibile ricevere il vessillo della Fee. Questa Amministrazione, e soprattutto il sindaco, testardo e caparbio, ha portato a compimento questo grande progetto grazie al quale abbiamo l’onore di annoverarci tra le località italiane Bandiera Blu. Al riconoscimento della Fee abbiamo candidato le spiagge Marina delle Barche, Lentiscelle e la spiaggia del Troncone, considerate le peculiarità del litorale e i servizi offerti dalle strutture balneari. Ora, in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme anti-covid in vigore, possiamo dare il via alla stagione estiva. Vi aspettiamo tutti sulle splendide spiagge di Camerota bagnate dal nostro mare blu“.

La qualità delle acque di balneazione – afferma il sindaco di Agropoli Adamo Coppola  – è un criterio imperativo per l’ottenimento della Bandiera blu. Solo le località le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura. E la Città di Agropoli da ormai 22 anni vede sventolare sulle sue spiagge l’importante vessillo proprio per l’attenzione che riserviamo alla depurazione così come alla raccolta differenziata e a tutto quanto riguarda i servizi turistici contemplati nel programma della Fee Italia. Ma non siamo mai domi. Siamo al lavoro per cercare di risolvere l’annoso problema della posidonia spiaggiata. Restiamo in attesa di novità dalla Regione Campania: il nostro programma è quello di rimuovere nell’immediato il materiale ad oggi presente sugli arenili, quindi creare i presupposti per il trattamento annuale degli spiaggiamenti della pianta marina, al fine di eliminare una volta per tutte i disagi. Rimaniamo ovviamente fiduciosi su provvedimenti governativi definitivi che possano portare a cambiare la classificazione della posidonia da rifiuto speciale a rifiuto naturale“.

Palinuro fa il bis e si riconferma la reginetta del Cilento. Anche quest’anno il Comune di Centola ha conquistato la doppia Bandiera Blu, per le spiagge e per il porto. “Due riconoscimenti importanti per il nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Carmelo Stanziolache valorizzano il nostro mare e la nostra terra e, allo stesso tempo, ricompensano l’impegno dell’Amministrazione Comunale, degli operatori turistici e dei cittadini che in questi anni hanno tanto lavorato per la tutela del nostro territorio”.

Il mare cristallino di Castellabate conferma le sue acque eccellenti. In video collegamento dalla Casa Comunale il sindaco Luisa Maiuri e il responsabile dell’Ufficio di Promozione Turistica e Culturale, Enrico Nicoletta. Castellabate riesce a riconfermare tale prestigioso riconoscimento dal 1999 grazie ad un lavoro incessante per migliorare gli standard qualitativi in materia di pulizia, ambiente, raccolta differenziata, servizi turistici e acque balneabili. La Bandiera Blu 2021 sventolerà lungo l’intera costa dell’Area Marina Protetta che va da Punta Licosa a Punta Tresino. Inoltre, anche quest’anno il Comune lancia il foto-contest “La mia immagine in Blu” dedicato a tutti gli amanti della fotografia e che darà l’opportunità di scegliere, in una sfida a colpi di click, l’immagine per la locandina 2021 diffusa sul territorio ed esposta in tutti gli uffici pubblici e nelle attività commerciali per celebrare il mare Bandiera Blu di Castellabate.

La Bandiera Blu è un attestato di qualità turistico – ambientale per noi consolidato che ci riempie di orgoglio, soprattutto in questo periodo delicato che ha molto condizionato le nostre abitudini anche per la scelta delle vacanze, spingendoci a puntare sempre al massimo in termini di servizi con una crescente attenzione alla risorsa mare e alla sostenibilità delle azioni amministrative” dichiara la Maiuri.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*