Buone notizie per un bambino di 11 anni di Battipaglia affetto da severe complicanze legate all’infezione da Covid-19 che finalmente è fuori pericolo.

Il piccolo paziente, giunto circa cinque giorni fa presso l’ospedale di Battipaglia, è stato gestito presso l’Area Pediatrica dedicata al Covid del Pronto Soccorso.

Dopo una diagnosi rapida, ha avviato le prime cure ed è stato trasferito nel cuore della notte presso il reparto Covid della Clinica Pediatrica della Federico II di Napoli. Qui, dopo un iniziale peggioramento delle sue condizioni, ha progressivamente risposto alle cure dei sanitari.

Con ogni probabilità si è trattato di una cosiddetta Sindrome infiammatoria multisistemica (MIS-C) – spiega il pediatra presso l’ospedale di Battipaglia, dottor Salvatore Guercio Nuzio -. La MIS-C è una patologia associata al Covid-19 nota in precedenza come sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica (PMIS). Assomiglia ad altre patologie infiammatorie gravi come, per esempio, la malattia di Kawasaki e la sindrome da shock tossico e necessita di un approccio terapeutico immediato e intensivo per garantire la completa guarigione”.

La sinergia fra personale medico e infermieristico del Pronto Soccorso di Battipaglia, le cure avviate precocemente presso l’Area pediatrica dello stesso e proseguite presso il Centro di riferimento regionale per il Covid pediatrico hanno permesso con ogni probabilità di salvare la vita al giovanissimo paziente.

– Chiara Di Miele –

2 Commenti

  1. Antonio Cantelmi says:

    Complimenti a tutti coloro che si sono prodigati lui.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*