Gli infortuni sul lavoro nel Vallo di Diano sono aumentati nell’ultimo anno del 13,13%. E’ quanto emerge dai dati ufficiali dell’INAIL sugli infortuni registrati nei 15 comuni nel 2014 e nel 2015. Nel 2014 gli infortuni sono stati 297 e a distanza di 12 mesi questa cifra si è incrementata salendo a 336.

Il maggior incremento di infortuni c’è stato in uno dei comuni più piccoli, Atena Lucana dove a fronte dei 20 del 2014 si è passati ai 36 del 2015 (+16), a seguire c’è Padula che è passata da 21 a 34 (+13) ed infine Sassano dove dai 20 del 2014 si è arrivati ai 29 nel 2015 e Sant’Arsenio che da 14 è salito a 23 (+9).

Se si prende in esame il dato numerico degli infortuni, i comuni dove è stato registrato il numero maggiore sono Polla (56), Sala Consilina (53) e Teggiano (37). Il numero più basso invece è stato rilevato a Pertosa (3), Casalbuono (5) e San Pietro al Tanagro (5).

Sala Consilina, comune capofila, ha fatto registrare tra il 2014 ed il 2015 il maggior decremento di infortuni passando da 63 a 53 (-10), a seguire ci sono Buonabitacolo che dai 15 del 2014 è sceso a 8 nel 2015 (-7) e Teggiano che è passato da 40 a 37 (-3).

Questi i dati di tutti i comuni: Atena Lucana 20 (2014) – 36 (2015), Buonabitacolo 15 (2014) – 8 (2015), Casalbuono 6 (2014) – 5 (2015), Montesano sulla Marcellana 27 (2014) – 28 (2015), Monte San Giacomo 1 (2014) – 6 (2015), Padula 21 (2014) – 34 (2015), Pertosa 4 (2014) – 3 (2015), Polla 49 (2014) – 56 (2015), Sala Consilina 63 (2014) – 53 (2015), San Pietro al Tanagro 2 (2014) – 5 (2015), San Rufo 6 (2014) – 6 (2015), Sant’Arsenio 14 (2014) – 23 (2015), Sanza 9 (2014) – 7 (2015), Sassano 20 (2014) – 29 (2015), Teggiano 40 (2014) – 37 (2015).

– Erminio Cioffi –


 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*