Nella chiesa di San Nicola di Mira ad Auletta si ode il canto di Teresa Morrone 92enne del posto che si rivolge da anni con gratitudine a San Donato da Ripacandida.

Ascoltare la sua testimonianza nei giorni che precedono i solenni festeggiamenti in onore del Santo Patrono,  significa rendere credibile e attuale un messaggio di speranza e di forza devozionale nelle difficoltà. Con un cuore di madre, trattenendo a stento l’emozione, “zia Teresa” ha raccontato della grazia ricevuta per intercessione di San Donato. Uno dei suoi figli era piccolo, una mattina inizia a stare male al punto che per il dottore non c’è nulla da fare per salvarlo. Lei corre in chiesa con il bimbo tra le braccia invocando l’aiuto del Santo Protettore. Ottiene la grazia ed inizia da allora il suo canto di lode.

Teresa Morrone è anche un libro aperto nel cuore della storia, capace di raccontare il passato con spontaneità interpretativa riportando nell’oggi, come se fosse recente, la grazia ottenuta da una marchesa. Con freschezza spirituale, giovialità e grinta la 92enne, la cui età sembra solo un dato anagrafico, lancia esortazioni ai giovani e alle mamme.

– Lucia Giallorenzo –


[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/632096553634731/” width=”700″ height=”600″ onlyvideo=”1″]

 

Un commento

  1. In questo mondo balordo….udire ancora persone con FEDE CRISTIANA VERA e’ una delizia ed un piacere per l anima…
    Che DIO protegga questa nonnina…e apra le menti e i cuori degli ottusi…
    Cantava una canzone:….Siamo CRISTIANI e siam figli tuoi……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*