5 thoughts on “Atena Lucana: Isaac, immigrato ghanese, riceve in regalo biglietto aereo e rivede il figlioletto dopo 7 anni

  1. Solo i Buffoni si vantano delle buone azioni.c’è tanta gente che fa del bene ma non lo sbandiera ai quattro venti.

  2. Buongiorno a chi legge, a chi approva e a chi contesta. Voglio dire anche io la mia.
    Ci sono persone che provano piacere piú a dare che a ricevere, persone che, al contrario accettano meglio di quanto vogliano offrire, persone che si dedicano agli animali piuttosto che alle persone.
    E vi garantisco che non sempre vieni apprezzato!
    Anzi, capita pure di essere risposto che non piace ciò che dai, quasi a snobbare. Magari sarà solo imbarazzo di accettare un’altra volta, boh…
    Certo é che, il fare del bene é difficile da capire.
    Chi é generoso di suo, lo sa.
    Appartengo a questa categoria di persone. Sono generosa e se posso aiutare, anche con poco, il mio prossimo, SIGNORI, io lo faccio!
    Questo atto di generosità non nasce a mo’ di ufficio di collocamento ! Il Sergio Annunziata non elargisce biglietti aerei a chi si mette in fila sotto casa sua!!!
    La signora Linda Pecoraro É SEMPRE stata generosa e quando le é capitata l’occasione, é sempre stata la prima a mettersi a disposizione.
    Ve lo garantisco io!!!! La conosco da quando sono nata. E così la sua famiglia. Chi conosce confermi. Isaac frequenta la sua casa, aiuta in giardino e altre piccole cose che la signora non riesce più a fare, ha dimostrato di essere serio, lavoratore, buono, umanamente sfido chiunque a non avere considerazione di ciò, e gratificarlo con un sorriso o una mancia.
    La signora ha espresso un desiderio al figlio Sergio… Sergio ha voluto rendere felice la madre… Per Sergio, acquistare un biglietto aereo per il Ghana non lo impoverisce, né priva la figlia di qualcosa. Lo ha fatto VOLENTIERI, per sé stesso, per la madre, per la figlia.
    Forse il bene si fa ma non si pubblica? Evvabbene… Facebook serve anche a questo! Non vediamola come atto di vanità ma come esempio ad invogliare ad essere generosi.
    POLITICA A PARTE , quando tocchi la realtà con mano, non puoi essere indifferente! Concordo con la buona azione di Linda e famiglia tutta. E dico pure: a essercene di persone come loro!!!! Felicia

  3. Caro Angelo tu la ruspa ce l’hai nel tuo cervello, e viste le continue caz….e che posti quando si parla di immigrazione ed immigrati, ti assicuro ha fatto danni considerevoli.

    Poichè si desume che tu sguazzi nell’ignoranza più oscura, (e ci tengo a sottolineare che questo non vuole essere un insulto o una critica, ma solo una mera constatazione) ti invito ad informarti sulle vicende della emigrazione italiana nel mondo.

    Al contrario di ciò che la stampa nazional-popolare ci ha propinato per decenni alcuni italiani non si sono comportati sempre da “brava gente”

    Chiedi a qualche emigrante riguardo il trattamento piuttosto benevolo ricevuto in Germania nell’immediato dopo guerra malgrado li avessimo platealmente traditi.
    Migliaia di lavoratori del Mezzogiorno attanagliati da atavica miseria e con allarmanti carenze alimentari, in Germania venivano retribuiti piucchè dignitosamente e potevano finalmente nutrirsi adeguatamente tanto che nei loro brevi ritorni nella terra di origine i familiari “stentavano” a riconoscerli.

    Gran parte delle abitazioni erette negli anni passati nei ns territori sono state finanziate dalle rimesse di quegli emigranti, e sfido chiunque a smentire ciò.

    Informati sull’esodo emigratorio che gli Italiani hanno compiuto dalla fine dell’800 verso gli USA, ebbene tra tanta gente onesta alcuni di loro costituirono un’associazione criminale chiamata
    “mano nera” che in seguito sarà nota come “Cosa Nostra”.
    Rapporti redatti dal FBI affermano che “tale organizzazione fù in grado di influenzare grandemente la vita economica e politica di vasti territori di quel Paese”
    Inoltre dovresti essere messo a conoscenza che dall’Italia non migrarono solo i “cafoni”, ovvero i lavoratori della terra, ma anche gruppi di intellettuali di matrice anarchica provenienti dal nord Italia che per sfuggire ad eventuali persecuzioni ed arresti da parte delle autorità italiane si trasferirono negli USA e quì cominciarono a propagare idee socialiste tra le masse dei lavoratori e, contestualmente, innescarono i primi scioperi e rivendicazioni per ottenere migliori condizioni di lavoro e, quindi, di vita.

    Ma a quel tempo tali teorie erano considerate al pari di come oggi consideriamo l’integralismo islamico; questo lo si può verificare facilmente perché una .località che contava numerosi esponenti anarchici italiani era Patterson, città gemellata con Sala C.

    Altresì ti informo che la crisi del 1929 che investì Wall Street e rovinò migliaia di famiglie nel mondo fu innescata da un signore di Lugo di Romagna di nome Ponzi che architettò una vendita truffaldina che è ancora attualmente studiata e conosciuta come “schema Ponzi”

    Infine studia le cronache e le testimonianze di quello che gli italiani hanno perpetrato in Libia durante l’occupazione di quella terra: centinaia di migliaia di patrioti libici morti di inedia e sete nei campi di concentramento allestiti nel deserto solo perché, giustamente, si erano ribellati alla occupazione straniera della loro terra.
    O, ancora, dei gas nervini usati dal generale Graziani in Etiopia che causarono centinaia di migliaia di morti
    tra le truppe e civili etiopi che si opponevano alla usurpazione della loro patria.

    Quindi prima di esprimere pareri e giudizi sugli altri guarda indietro nel tempo e chiediti: “ma noi come eravamo?”

  4. Quanti ITALIANI e PAESANI conta di aiutare questo mese la famiglia ANNUNZIATA…?
    GRAZIE …POTREI indicare personalmente situazioni di indigenza di ITALIANI alla fame…

Comments are closed.