Ancora una volta il palcoscenico naturale del Parco dei Mulini di San Pietro al Tanagro, in provincia di Salerno, domani 26 e sabato 27 luglio ospiterà uno dei festival più attesi dell’estate valdianese: “Le Notti dei Mulini – Rural Festival”. L’evento, giunto alla sesta edizione, è realizzato in partnership con la Pro Loco locale e patrocinato dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dal Comune di San Pietro al Tanagro.

Lo splendido scenario, a pochi passi dal centro storico, è quello di una piccola vallata che si apre quasi come un anfiteatro naturale tra due versanti montuosi, il tutto ricoperto da boschi al cui centro trae origine un ruscello con una suggestiva cascata, contornato da vecchi mulini ad acqua che emergono dalla vegetazione.

La manifestazione accoglierà due serate all’insegna della musica popolare, gastronomia, attività culturali e tanto divertimento, il tutto ad ingresso gratuito.

Obiettivo del festival è quello di rivivere la naturalità dell’eccellenza, riportando le persone alle origini delle tradizioni popolari e della cultura agricola in quanto le usanze e le tradizioni sono parte essenziale di quel patrimonio morale ricevuto dagli avi, di cui si deve far tesoro di vita, trasmettendone i contenuti ed i valori ai posteri.

“In una realtà tecnologicamente e socialmente trasformata – afferma il direttore artistico – riprodurre in una nicchia ‘lo scorcio della vita vissuta’, consente alle nuove generazioni di vivere un’esperienza all’insegna della riscoperta di valori e tradizioni, che possano indurli a sviluppare comportamenti e stili di vita improntata alla sostenibilità e al rispetto per il prossimo.”

Domani apriranno i concerti i “Bagarija Orkestar” con la loro musica balcanica contaminata da sonorità partenopee. A seguire ci sarà una traversata nella musica popolare del sud Italia con i “Ragnatela Folk Band”.

Sabato si ballerà a ritmo di tarantella cilentana con i “Kiepò”. Dalle ore 23.00 circa avrà inizio la Festa della Pizzica e Taranta del Vallo di Diano con tamburelli salentini dei “Kalàscima”. Anche quest’anno alla fine dei concerti nelle due serate Be.Cool in tour farà tappa al Parco dei Mulini con un dj set etnico.

A completare l’anima del festival ci saranno installazioni di luci e di arte permanenti, esposizioni di artisti locali, mercatino artigianale, proiezione dell’intervista “’U Setone re Zi Franchino: testimonianza di una cultura contadina legata alla natura e alle stagioni” curata da Manuel Paternoster e Maria Pagano,  testimonianza di documentari, mostre fotografiche, escursione alla Piazza del Ceraso in collaborazione con Outdoor Cilento (per info e prenotazioni telefonare al 389 9329413), una passeggiata esperienziale nel bosco della difesa con Maria Pagano (per info e prenotazioni telefonare al 328 1616093) e stands enogastronomici con prodotti a km 0.

Il programma e tutte le informazioni sono consultabili sul sito internet  http://www.lenottideimulini.it e sulla pagina Facebook  https://www.facebook.com/lenottideimulini

– Annamaria Lotierzo –

[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/2209094406012640/” width=”700″ height=”400″ onlyvideo=”1″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano