Grande preoccupazione nel Cilento per un fenomeno da approfondire nelle prossime ore: nel mare di Agropoli sono stati pescati tonnetti alletterati, specie molto diffusa nel Mediterraneo, con mutazioni genetiche e malformazioni scheletriche, probabilmente causate da contaminazione tossiche.

La scoperta è stata fatta da alcuni pescatori di Agropoli durante due battute a traino in barca a circa due miglia a largo del locale porto turistico: sono stati pescati circa venti pesci, più della metà con evidenti anomalie della colonna vertebrale.

Mentre li spinavano, i pescatori si sono resi conto della malformazione, accompagnata da uno strano odore delle carni.

Casi anomali sono successi nelle acque della Calabria, precisamente ad Amantea, Fiumefreddo Bruzio e Campora San Giovanni: fu la trasmissione “Presa diretta” di Raitre a puntare l’attenzione su questa preoccupante situazione, sulla quale indaga la Procura della Repubblica di Paola.

– Filomena Chiappardo –


Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano