I Finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno, avvalendosi del mezzo aereo della Sezione Aerea di Napoli, nell’ambito dei servizi di polizia ambientale e controllo economico del territorio disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, hanno sottoposto a sequestro un’area di 700 metri quadrati adibita a discarica abusiva, in prossimità di un cantiere navale, nel comune di Agropoli.

In quest’area sono stati trovati 300.000 chili di rifiuti e tubi di eternit deteriorati, che rappresentano un serio pericolo per l’incolumità pubblica e privata e per l’igiene pubblica.

La zona del ritrovamento ha un grande pregio ambientale in quanto ricade nel territorio della costiera cilentana e nella perimetrazione del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, riconosciuto “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO.

I proprietari del terreno agricolo sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di danneggiamento e deturpamento ambientale commessi in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, oltre alle specifiche violazioni in materia di illecito smaltimento dei rifiuti.

– Filomena Chiappardo – 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*