Nella giornata di ieri è arrivato a Torre Orsaia un nucleo familiare afghano facente parte dell’operazione di evacuazione umanitaria da Kabul delle scorse settimane.

La famiglia è stata ospite per alcune settimane del Centro Covid-19 dell’Ospedale del Mare di Napoli, dove è stata sottoposta a controlli sanitari ed alla prescritta quarantena. Lui, 32 anni, è un ingegnere civile e collaborava con il precedente governo, mentre la moglie, 27 anni, è impegnata in un’organizzazione non governativa. Hanno un bambino di 15 mesi.

Si sistemeranno presso un appartamento nel centro del paese a disposizione della rete SAI (Sistema Accoglienza Integrazione già SPRAR) del Ministero dell’Interno, di cui Torre Orsaia fa parte da oltre 4 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.