Dare rapida attuazione all’adeguamento dello svincolo di Eboli dell’Autostrada del Mediterraneo, per garantire fluidità alla circolazione urbana, da tempo in emergenza, e progettare da subito un nuovo svincolo gemello, tra Battipaglia ed Eboli, a ridosso della zona industriale, indispensabile per il destino economico della Piana del Sele e per la sua tutela ambientale”.

Lo chiede Federico Conte, depurato di Liberi e Uguali, in un’interrogazione al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini.

Per lo svincolo di Eboli – continua il parlamentare – esiste un progetto dell’Anas per lavori di adeguamento, che prevede una parziale modifica delle rampe e la realizzazione di 4 nuove rotatorie per la connessione alla viabilità locale, in modo da evitare la concentrazione in un unico punto dei traffici in ingresso e uscita dall’autostrada e, quindi, la congestione; a tale progetto bisogna dare subito un impulso per la sua realizzazione, visto che la procedura burocratica sta determinando un forte ritardo. Ma è altrettanto necessario affiancare a questo intervento la predisposizione di un nuovo svincolo di raccordo in prossimità della zona industriale, strategico sia per l’Hub dell’Alta velocità e Alta capacità ferroviaria, che sarà proprio in quell’area, sia per il Polo Agroalimentare sia per il commercio nazionale e internazionale della filiera produttiva di tutta la Piana del Sele. Una nuova uscita, utile per ragioni economiche e ambientali, in modo che merci e mezzi pesanti possano arrivare direttamente nella zona industriale e di interscambio e non intasare il traffico a ridosso del centro abitato di Eboli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*