Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso“. Riporta la citazione di Eleanor Roosvelt, moglie del 32° Presidente degli Stati Uniti d’America Franklin Roosvelt, la panchina verde contro il bullismo inaugurata a Vietri di Potenza nella “Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo”.

Un’iniziativa che ha visto l’organizzazione dei volontari del Servizio Civile del Comune, del progetto “Un anno insieme per crescere”. Iniziativa partita dall’Istituto Comprensivo con un incontro e conclusasi con la cerimonia di inaugurazione della panchina, situata vicino ad altre due panchine con altri significati importanti, inaugurate negli anni scorsi: la panchina rossa contro la violenza sulle donna e la panchina bianca dell’amore.

I volontari hanno voluto incontrare gli alunni per discutere del grave fenomeno, il bullismo, un comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica, a tratti oppressivo e vessatorio. Nell’auditorium del Comprensivo hanno proiettato il cortometraggio “Tormenti”, realizzato da una scuola del Napoletano. Poi la parola è passata al preside Vincenzo Vasti, al Maresciallo della locale Stazione dei Carabinieri Michele Caggiano e al sindaco Christian Giordano. Riflessioni anche da parte dei volontari.

Dall’incontro è venuto fuori un invito agli alunni, quello di evitare ogni tipo di comportamento che richiami al bullismo e di non perpetrare alcun atto offensivo o bersagliare amici e compagni di classe, ritenendoli come bersagli facili e incapaci di difendersi perché più deboli caratterialmente. Durante l’incontro è stato affrontato anche un discorso che riguarda i social network, molte volte strumenti dove si registrano gravi atti di bulli.

In conclusione lo spostamento verso Corso Vittorio Emanuele, a pochi passi dal Municipio, per l’inaugurazione della panchina verde contro il bullismo.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*