La gioia per un traguardo brillante di vita che solitamente si augura a tutti. Così oggi pomeriggio la signora Maria Pica di Sala Consilina ha festeggiato i suoi 100 anni circondata dall’amore dei suoi familiari. Nell’abitazione della frazione Trinità, nonna Maria ha tagliato la torta soffiando sulla candelina con il numero 100.

Per l’occasione è stata raggiunta dal parroco, don Gabriele Petrocelli, dal sindaco Francesco Cavallone, dall’assessore Francesco Spinelli e dai consiglieri comunali Mimmo Cartolano e Angela Freda.

100 anni sono radici, affetti e dinanzi a questo dobbiamo ringraziare il Signore. Ma 100 anni significano anche sacrifici, sofferenze. La vita è come un piatto misto, c’è di tutto. E la ricchezza è anche questo” ha affermato il parroco prima di una preghiera di benedizione per nonna Maria che è la quinta centenaria attualmente vivente a Sala Consilina.

L’Amministrazione comunale partecipa con gioia e fa gli auguri a nonna Maria per questa tappa raggiunta oggi, con la speranza che ne tocchi anche altre” ha dichiarato il sindaco Cavallone consegnandole una targa e dei fiori a nome della comunità.

Nata il 23 ottobre del 1921, la signora Maria è madre di tre figli, Lucia, Antonio e Michela, è nonna di sei nipoti e tre pronipoti. Da giovane emigrò insieme al marito in Venezuela, ma in seguito la coppia decise di tornare a Sala Consilina visto il profondo legame con la terra natale. Casalinga con la passione per i lavori nei campi, nonna Maria è una donna dal carattere amorevole ed estremamente pacifico.

In occasione dei festeggiamenti in suo onore si è anche dilettata cantando per i suoi ospiti alcune vecchie canzoni, diretta con affetto dalla nipote Maria Grazia.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano