Dal 7 al 10 ottobre a Potenza, presso il Centro Sociale di Malvaccaro, si svolgerà una Sessione regionale dell’Associazione Parlamento Europeo Giovani (PEG). L’evento vedrà protagonisti circa 50 studenti delle scuole superiori del capoluogo e uno staff internazionale composto da giovani provenienti da altre regioni italiane (Sardegna, Toscana e Trentino) e altri Paesi europei (Croazia, Bulgaria, Germania, Irlanda, Serbia, Polonia).

L’Associazione Parlamento Europeo Giovani, costituita nel 1994 a Milano, promuove la dimensione e l’identità europea nelle università e nelle scuole secondarie superiori italiane. E’ uno dei 40 comitati nazionali, attivi in altrettanti Paesi europei, che compongono il network internazionale European Youth Parliament, fondato nel 1987. Quest’ultimo ogni anno coinvolge più di 30.000 giovani cittadini europei in quasi 500 eventi in ogni angolo d’Europa organizzati da oltre 3.000 giovani volontari, rappresentando la più grande associazione europea di educazione non formale alla cittadinanza attiva. Gli eventi sono delle simulazioni in lingua inglese del processo decisionale di un’assemblea parlamentare organizzate secondo la suddivisione in commissioni del Parlamento europeo.

Gli eventi organizzati dai vari comitati nazionali offrono a tutti i partecipanti la grandissima opportunità di arricchire il proprio bagaglio culturale e le proprie capacità personali, ponendosi come un momento di incontro e scambio per la creazione di un’Europa unita nel rispetto delle diversità. L’utilizzo di metodologie di educazione non formale rende gli eventi particolarmente stimolanti e favorisce la partecipazione attiva di ciascun giovane. La missione dello European Youth Parliament è di promuovere i valori del rispetto, del confronto e dell’autonomia di pensiero tra i giovani.

L’evento vanta tra i propri partner il Comune di Potenza e la Camera di Commercio della Basilicata. Sei i temi di discussione in cui si cimenteranno i partecipanti: industria sostenibile della moda, rapporti commerciali con l’Oriente, gestione delle risorse idriche, Green Economy, turismo sostenibile, diritto di riunione nell’era Covid. Tre le fasi principali dell’evento: nel corso del teambuilding i ragazzi imparano a conoscere i propri compagni di commissione mediante una serie di giochi e di attività interattive che mirano a rompere il ghiaccio e a creare un forte spirito di gruppo; durante il committee work ci si confronta e si riflette su una tematica specifica assieme ai propri compagni di commissione, analizzando i problemi e le sfide ad essa legate per poi proporre soluzioni in merito e giungere alla stesura di una risoluzione scritta; ogni commissione presenta la proprie proposte nella parte conclusiva della sessione, l‘Assemblea Generale (GA). Dopo una fase di dibattito durante la quale i delegati possono sollevare punti dal posto o tenere discorsi al podio, ogni risoluzione viene messa ai voti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano