Ha trovato una soluzione il caso della contribuente di 101 anni di Salerno cui era stato negato lo SPID a causa della sua età.

Grazie all’esposto presentato ieri dal Codacons, Infocert, il sistema cui l’anziana si era rivolta per ottenere la propria identità digitale, ha sbloccato la pratica per il riconoscimento e finalmente oggi la signora ha potuto concludere l’operazione attraverso il riconoscimento via Skype e ottenere l’agognato SPID.

Il Codacons ieri aveva sollevato il caso dell’anziana alla quale il sistema Infocert non riconosceva l’età, attribuendole un anno.

C’è voluta una denuncia del Codacons per far ottenere agli ultracentenari il rispetto dei loro diritti e pieno accesso agli strumenti digitali al pari di tutti gli altri utenti – spiega il presidente Carlo RienziLa contribuente ha potuto così collegarsi oggi via Skype per sottoporsi al riconoscimento e ottenere la sua identità digitale e gli operatori hanno potuto constatare che non si trattava certo di un bambino di 1 anno, ma di una agguerrita ultracentenaria che ha lottato per i suoi diritti”.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

28/12/2020 – Ultracentenaria di Salerno non ottiene lo SPID. La denuncia del Codacons:”Rischio per anziani di non avere una identità digitale”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*