Nei giorni scorsi, la Compagnia della Guardia di Finanza di Lauria, ha scoperto nell’area del Lagonegrese prodotti commercializzati nel mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza dei consumatori.

I militari hanno sequestrato circa 3200 articoli a tre persone straniere, titolari di altrettante ditte individuali.

Lungo la Strada Statale 19, i finanzieri hanno individuato un furgone guidato da un uomo residente in provincia di Crotone che trasportava circa 600 giocattoli non sicuri. I prodotti sono stati sequestrati in quanto privi della marcatura CE e delle indicazioni ed avvertenze sulle precauzioni d’uso e dei dati relativi al fabbricante.

Un altro intervento è stato effettuato nei confronti di due venditori ambulanti nel mercato rionale di Lauria in occasione della recente festività di San Nicola: si tratta di due titolari di ditte rispettivamente con sede a Napoli e in provincia di Latina, entrambi di origine bengalese. La merce esposta alla vendita, circa 1300 articoli di elettronica e 1300 prodotti di bigiotteria, è risultata non sicura ed è stata sequestrata.

In particolare, è emerso che gli articoli non erano provvisti delle etichettature conformi alle normative di settore che devono riportare dettagliate informazioni sul produttore, o sull’importatore, il paese di origine, la denominazione merceologica, la presenza di materiali o sostanze che possano arrecare danno alla persona, alle cose o all’ambiente e le istruzioni ed eventuali precauzioni d’uso. Si tratta di dati che devono essere riportati obbligatoriamente almeno in lingua italiana.

I tre venditori sono stati segnalati per le violazioni al Codice di Consumo e nei loro confronti verrà avviato l’iter sanzionatorio a cura della Camera di Commercio.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano