Sono temporaneamente sospesi dal talent “Amici”, noto programma condotto da Maria De Filippi, quattro allievi tra cui Vittorio Ardovino, ballerino di Atena Lucana. La punizione per aver trasgredito il regolamento ed essersi resi protagonisti di una serie di schiamazzi notturni all’interno del residence dove alloggiano i concorrenti sarà quella di mettersi a disposizione del Comune di Roma per aiutare a ripulire di notte le strade della capitale.

Così impiegherete il vostro tempo in cose diverse – ha evidenziato Maria De Filippi nel corso della puntata andata in onda ieri pomeriggio – e laddove il Comune non fosse d’accordo, troveremo sicuramente un lavoro socialmente utile da farvi fare, tanto c’è l’imbarazzo della scelta. Tutti siamo stati giovani, tutti abbiamo trasgredito le regole, io stessa penso di averlo fatto. Ma bisogna richiamare chi trasgredisce queste regole“.

La sospensione non è però definitiva e così nei prossimi giorni i quattro dovranno sostenere una prova per tentare di essere riammessi nella scuola di “Amici” e riconquistare il banco.

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Roma Virginia Raggi che ha accolto positivamente la proposta della produzione del talent. “Maria De Filippi ha avuto una buona idea – dichiara il primo cittadino romano – Aspettiamo volentieri i ragazzi di Amici: questa città, dopo anni di incuria e abbandono, ha bisogno anche di ragazzi volenterosi che diano il buon esempio. Gli ‘amici’ di Maria potranno aiutarci a raccogliere i sacchi della raccolta differenziata e ad informare i cittadini sul nostro progetto di raccolta porta a porta che abbiamo avviato in alcuni quartieri e che a breve sarà esteso a 500mila cittadini. Siamo certi che sarà un’esperienza anche molto istruttiva“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano