Atti vandalici a Sant’Angelo Le Fratte la scorsa notte. Ignoti hanno distrutto un’opera in bronzo dalle grandezze umane, che ritrae uno scolaro, installata nei pressi dell’Istituto Comprensivo. L’opera fa parte delle due installate dal Comune già da qualche anno. Una scultura in bronzo praticamente sradicata da terra, spezzata e messa fuori uso.

Deluso per quanto accaduto il sindaco Michele Laurino, che fece acquistare le due opere presso una fonderia di Bolzano per abbellire il paese e regalare angoli sempre più suggestivi nel bellissimo borgo delle cantine. “Un ripetersi di atti vandalici, con quest’ultimo gravissimo – ha dichiarato – che deve farci riflettere seriamente su come stiamo educando i nostri figli. Attività di depauperamento incresciosa, un’azione disarmante da parte dei soliti delinquenti che denota come ci sia ancora parecchio da fare per limitare questi accaduti che, purtroppo, imperversano nel nostro stupendo borgo“.

Laurino non ha dubbi sul fatto che si tratti di qualcuno che volutamente ha distrutto l’opera. Lo stesso sindaco chiede la collaborazione di tutti nell’individuazione dell’autore o degli autori del vile gesto ed ha annunciato la denuncia ai Carabinieri.

Bisogna cambiare culturalmente – ha sottolineato – tutto ciò non giova alla nostra comunità, che con la ripresa delle attività sta ospitando tantissimi turisti provenienti da ogni regione. L’invito è anche ai genitori di far capire ai loro figli di evitare certi gravissimi comportamenti. Ben presto la scultura divelta tornerà ad ornare il paesaggio di tutti noi e conterrà un significato ancor più incisivo: la voglia di rialzarsi e riprendere il cammino con maggior vigore di prima”. Lo stesso Laurino ha fatto sapere che verranno installate nelle prossime settimane altre due statue in pietra nel centro abitato. Mentre si lavora per capire come poter recuperare la scultura in bronzo distrutta dai vandali.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*