Le somministrazioni di vaccino anti-Covid in Italia hanno superato il mezzo milione: sono 501.683 le dosi inoculate fino ad oggi, di cui 310.465 alle donne e 191.218 agli uomini. I dati sono diffusi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e si riferiscono al periodo 27 dicembre – 8 gennaio. Ieri sono state somministrate oltre 83mila dosi, il secondo dato più alto dell’intera campagna vaccinale finora.

La Campania, in proporzione alle quantità ricevute, vanta un buon risultato finora. Le percentuali più alte si registrano qui, infatti, dove finora è stato inoculato il 74,5% delle dosi disponibili in questa prima fase. Seguono il Veneto (71,8%) e la Toscana (71,2%). Le regioni che hanno effettuato meno vaccini sono il Piemonte (44,1%), la Provincia autonoma di Bolzano (30%) e la Lombardia, che è ultima in classifica con il 29,7% delle dosi somministrate.

Il totale delle dosi disponibili al momento è di 918.450, quindi fino ad oggi ne è stato somministrato il 54,6%.

Come noto sono gli operatori sanitari e sociosanitari (oltre 414mila) quelli che hanno ricevuto il vaccino per la maggioranza, circa 55mila dosi sono riservate al personale non sanitario e oltre 30mila agli ospiti di strutture residenziali. Le fasce d’età con il maggior numero di vaccini effettuati sono 50-59 (143.085), 40-49 (109.726) e 30-39 (85.360).

In valori assoluti è il Lazio la regione con il maggior numero di somministrazioni (56.338), seguita dal Veneto (55.922) e dall’Emilia-Romagna (52.163).

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*