E’ partita ieri la piattaforma di Poste Italiane per le somministrazioni dei vaccini, da non confondere con il portale delle prenotazioni, altro servizio attivato da Poste Italiane cui ha aderito la Regione Basilicata e che si attiverà quando avremo le dosi di vaccino da Roma”. Lo ha detto il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in un post su Facebook.

Per quanto riguarda la piattaforma per le somministrazioni, il Presidente ha spiegato che “ogni volta che un lucano fa il vaccino, l’operatore sanitario carica il dato del cittadino nel sistema di Poste, in modo da avere una tracciabilità e un controllo in tempo reale della campagna vaccinale”.

Il portale per le prenotazioni, invece, “partirà – ha annunciato Bardi – solo dopo che avremo finito gli over 80, che al momento impegnano tutti i centri vaccinali e tutte le dosi di vaccino in nostro possesso e in programma di consegna da qui a Pasqua”.

Ringrazio tutti i sindaci lucani: li stiamo avvisando spesso con poco preavviso e mi dispiace, ma il nostro obiettivo – ha concluso Bardi – è coprire da qui al 3 aprile tutti gli over 80 di tutti i Comuni della regione. Abbiamo deciso di proteggere i più anziani e i più fragili (oggi partono anche le domiciliari a Potenza e Matera) e stiamo insistendo su questa strategia. È il momento di essere uniti”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*