Il Direttore Generale dell’Asl di Salerno e il Direttore Sanitario ci riferiscono che l’analisi condotta sui dati epidemiologici relativi ai territori di competenza dei Distretti Sanitari 70 (Vallo della Lucania-Agropoli) e 71 (Sapri) ha fatto rilevare che non esiste nessun aumento dei tassi di incidenza nei comuni afferenti ai Distretti 70 e 71. Inoltre, viene sottolineata l’insussistenza di eccesso di rischio, negli anni considerati, per il complesso dei tumori e i tassi sono inferiori alla media provinciale (-8%) e anche alla media nazionale (-18%) in modo statisticamente significativo dei casi di tumore“.

Ad affermarlo Bartolomeo Lanzara, presidente del Codacons Cilento, dopo aver ricevuto chiarimenti dall’Asl, che tranquillizzano i cittadini, sull’aumento dei casi di tumori nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Sono notizie che ci tranquillizzano – dichiara – ma noi continueremo a vigilare e denunciare situazioni anomale sul territorio“.

Dall’Asl sottolineano che i dati riflettono l’impegno operativo dell’Asl Salerno nelle attività di prevenzione delle patologie oncologiche e sono in corso, da alcuni anni, oltre alle attività istituzionali di screening, specifiche campagne di prevenzione, anche itineranti con l’utilizzo di una postazione mobile in grado di raggiungere i cittadini – sottolinea Lanzara -. Inoltre, ci informano che saranno potenziate le attività oncologiche territoriali (ambulatori oncologici distrettuali) ed ospedaliere, anche in sinergia con l’azienda Ospedaliera Universitaria ‘Ruggi’ di Salerno, nel più ampio contesto della Rete Oncologica Campana“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*