L’iniziativa assunta dal consigliere regionale Tommaso Pellegrino va nella direzione giusta in favore della riapertura del Tribunale di Sala Consilina”.

Lo riferisce l’avvocato Angelo Paladino, presidente dell’Osservatorio europeo del Paesaggio, da sempre impegnato a riportare nella sua sede naturale il Tribunale soppresso il 13 settembre del 2013, in seguito all’accorpamento con il Tribunale di Lagonegro. L’avvocato Paladino, quindi, plaude all’iniziativa assunta dal capogruppo di Italia Viva alla Regione Campania, che ha comunicato di presentare una mozione in Consiglio regionale nella quale chiederà al Presidente della Giunta Vincenzo De Luca di sostenere con il Governo la riapertura del Tribunale di Sala Consilina e, al tempo stesso, chiedere la sottoscrizione di tale mozione a tutti i consiglieri della provincia di Salerno, “per un’azione trasversale che deve andare oltre le sigle di partito e gli interessi di parte”.

Una iniziativa sicuramente lodevole – riferisce Angelo Paladino – che si inserisce su una mia iniziativa comunicata qualche giorno fa a tutti i consiglieri regionali della provincia di Salerno. Nell’occasione, infatti, ho chiesto a tutti loro di impegnare la Regione Campania nella presentazione di una proposta di legge sull’esempio di quanto adottato dalla Regione Marche. Il Consiglio regionale delle Marche, infatti, il 20 aprile scorso ha approvato la proposta di legge alle Camere concernente modifiche al D. Lgs. 7 settembre 2012, n.155 riguardante ‘nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del Pubblico Ministero’ finalizzata alla riapertura del Tribunale di Camerino. Nel provvedimento è richiamato l’impegno finanziario, assunto dalla Regione, per la copertura delle spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di custodia e vigilanza delle strutture. La relazione illustrativa alla proposta di legge alle Camere contiene molti spunti ed argomentazioni che ben possono riferirsi alla situazione legata al Tribunale di Sala Consilina e che ben possono motivare l’adozione di un analogo provvedimento da parte della Regione Campania. Il percorso seguito dalla Regione Marche andrebbe riproposto anche per la riapertura del nostro Tribunale, unico presidio di giustizia soppresso ed accorpato ad altro più piccolo, fuori regione, in una struttura angusta ed inadeguata. Sono contento, pertanto, che l’on. Tommaso Pellegrino si stia impegnando in questo percorso, perchè ripristinare il Tribunale di Sala Consilina significherebbe non solo ottenere la riabilitazione socio-economica del Vallo di Diano, ma anche una garanzia per la permanenza dell’autonomia della Corte di Appello di Salerno, più volte messa in discussione dopo la soppressione del quarto Tribunale di appartenenza”.

  • Articolo correlato:

7/6/2021 – “Riaprire il Tribunale di Sala Consilina è atto dovuto”. Il consigliere Pellegrino presenta mozione alla Regione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*