REGIONE-BASILICATANella giornata di ieri, il Comitato pro Sicignano – Lagonegro ha avuto un incontro in Regione Basilicata con l’assessore ai Trasporti Aldo Berlinguer e l’ingegnere Donato Arcieri.

“L’assessore ha convenuto con le proposte fattive presentate – spiegano i membri del Comitato – abbracciando il discorso di ottimizzazione dei costi di gestione di treni e autobus sostitutivi. Il faccia a faccia infatti ha fatto emergere il costo di una fermata, non indifferente, per cui è necessario eliminare quelle soste dove sull’autobus o sul treno salgono due o tre passeggeri: ciò sarebbe poco sostenibile e soprattutto non giova alla sospirata velocizzazione dei tempi auspicata da tutti gli attori in causa”.

Berlinguer e Arcieri hanno garantito che “nel nuovo orario si cercherà di ripristinare le fermate dei treni e di aggiungerne altre, anche degli autobus sostitutivi, a Buccino, in perfetta sintonia con la proposta logica del Comitato che darebbe agevolazioni alle aree di Vallo di Diano, Val D’Agri, Valle del Melandro e Lagonegrese”.

“Oltre alla questione bus – spiegano dal Comitato – il direttivo non ha perso di vista la priorità del treno: Berlinguer ha ammesso che i tentativi di dialogo con Vetrella sono stati sempre difficoltosi per quanto concerne la Sicignano – Lagonegro. Da settembre, però, ha assicurato il suo impegno al confronto serrato con la Campania sia sulla questione autobus sostitutivi che sulla questione ferrovia”.

“In questa organizzazione di tavolo tecnico – concludono i membri del Comunicato – è auspicata la presenza anche del presidente Gianni Pittella, in qualità di esponente delle istituzioni europee, in quanto i fondi comunitari sono parte portante dei finanziamenti che possono arrivare per sbloccare la situazione”.

– redazione –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*