Il 21 settembre del 1899 venne celebrata la prima festa in paese, ad occuparsi delle celebrazioni furono il sacerdote Giuseppe Procaccio e Angelo Torre, i quali si presero l’incarico di andare per il paese a raccogliere le somme di denaro necessarie. Le offerte comprendevano anche prodotti tipici dell’agricoltura locale e giungeva denaro persino dall’America, dove i sanpetresi emigrati organizzavano una colletta per poi inviarla in Italia.

Nel 1921 si decise di fissare come data per la celebrazione della festa sacra il 14 settembre e, per alcuni anni a seguire, le celebrazioni si svolsero in questa data. In seguito si stabilì che la nuova celebrazione dovesse essere svolta la terza domenica di settembre per dare la possibilità ai molti fedeli, provenienti anche dai paesi limitrofi, di partecipare al commovente e suggestivo incontro del Crocifisso che scende dal monte e la Vergine Addolorata che arriva dalla Chiesa Madre in paese.

All’alba i fedeli si recano sul monte Crocifisso per assistere alla Messa celebrata nella cappella. Dopo la statua del Crocifisso, che è stata portata nella sua cappella sul monte la prima domenica di maggio, viene posta su una base ornata da un tessuto rosso con ricami e frange dorate e inizia la sua discesa verso il paese. In località Setone avviene l’emozionante incontro e più avanti il corteo sosta nei pressi dell’abitazione dei signori Pagliarulo dal cui balcone un sacerdote, invitato per l’occasione, parla ai fedeli.

In passato dopo la festa i procuratori dovevano stampare i manifesti con il bilancio della celebrazione religiosa e civile oltre agli elenchi di coloro che dall’America avevano mandato delle offerte. Dovevano produrre foto ricordo della processione, immaginette con Crocifisso e Addolorata e medagliette devozionali. Tutta la documentazione veniva spedita agli offerenti oltreoceano.

– Annamaria Lotierzo –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano