.I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, agli ordini del Capitano Davide Acquaviva, hanno denunciato due persone di Sala Consilina, un uomo di 58 anni e una donna di 62 anni, per deturpamento di bellezze naturali in area sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico ed abbandono incontrollato di rifiuti speciali, anche pericolosi, e attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

I militari di Sala Consilina, in collaborazione con quelli della Stazione Carabinieri Forestale di Salerno, hanno controllato un terreno nei pressi del Vallone-Fontana Antica, area del comune di Sala Consilina sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale, sorprendendo in flagranza di reato, diretto verso un terreno della donna denunciata, l’uomo che, alla guida di un autocarro, stava trasportando circa 700 kg di rifiuti speciali, anche pericolosi, privo di qualsiasi autorizzazione per la gestione ed il trasporto dei rifiuti.

Il terreno, un’area di circa 2000 mq, luogo di stoccaggio illecito, è risultato contenere cumuli di rifiuti speciali, anche pericolosi, per circa 25 tonnellate tra cui carcasse di un autocarro, circa dieci autovetture e tre ciclomotori, materiale di risulta da demolizione, bombole esauste per il gpl, elettrodomestici, vario materiale plastico e ferroso. Il tutto è stato sequestrato dai Carabinieri, insieme all’autocarro utilizzato dall’uomo per il trasporto illecito di rifiuti, duramente sanzionato dal Testo Unico sull’Ambiente.

I militari hanno interessato l’ARPAC per gli accertamenti di competenza.

– Paola Federico –

 

 

 

. .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*